mercoledì 9 gennaio 2013

Vellutata di lenticchie

Siamo ancora nei primi giorni del nuovo anno e la leggenda che accompagna i mangiatori di lenticchie dalla mezzanotte di capodanno, secondo me è valida almeno per tutto il mese di gennaio.
Quindi, ecco la mia ricetta a base di lenticchie inserita non a caso nel gruppo dei cibi da consumare durante la menopausa visto che forniscono proteine, ferro e tanto gusto!

Prepariamo un leggero soffritto di olio e.v.o e poca acqua, in questo modo renderemo il soffritto più leggero. Lasciamo sfrigolare un piccolo scalogno tagliato molto sottile, potete usare anche la classica cipolla, io per questo piatto preferisco la delicatezza e l'aromaticità dello scalogno.
Poi, in acqua bollente leggermente salata, cuociamo 300gr di zucca tagliata a dadini, un rametto di salvia e 300gr di lenticchie rosse decorticate. Portiamo di nuovo a bollore e cuociamo a fiamma bassa per circa mezz'ora poi si passa al minipiner, si spegne e si guarnisce la zuppa con una pioggia di prezzemolo tritato prima di servire.

Se gradite, potete aggiungere amalgamando molto bene, circa mezzo cucchiaino di miso di riso, non cambierà la densità ma aggiungerà il sapore tipico del fagiolo di soja fermentato che è molto simile alla pasta di olive nere.