lunedì 4 febbraio 2013

Apple Pie Fanny style

Nel marzo del 2003 ho visitato per la prima volta la città di New York.
Occasione unica, proposta dall'amico Vito per andare a trovare il di lui amico Flavio.
Manco a dirlo, non appena messo piede su territorio americano, ci si è scatenata quella che io chiamo affettuosamente la fame curiosa.
Di sicuro buona parte di responsabilità sulla mancanza di controllo del nostro appetito l'aveva il fuso orario, eravamo in piedi da circa 18 ore e, con tutto il rispetto per chi lo prepara e poi lo mette sotto vuoto spinto, il cibo in aereo non è proprio il massimo.
Quindi, depositate valigie ed effetti personali a casa di Flavio a Manhattan, via di corsa per il primo assaggio della più classica delle Pie in un locale nel Village.


E una volta lì che faccio, non chiedo il segreto per una Pie perfetta? Naaaaaa!!!

Per preparare l’impasto della Apple Pie  in uno stampo da 24cm, si mettono in una ciotola 300gr di farina con un pizzico di sale e 150gr di burro,  s'impasta il tutto aggiungendo acqua ghiacciata (circa 50 ml), fino ad ottenere una palla omogenea, resistentema non troppo friabile.

L’impasto così ottenuto va avvolto con della pellicola trasparente e lasciato riposare almeno 30 minuti in frigorifero.
Intanto si prepara il ripieno della Apple Pie cominciando a sbucciare e tagliare 1kg mele a rondelle sottili;
Una volta sbucciate, le mele si mettono in un recipiente dove si aggiunge la buccia di un limone grattugiata e qualche goccia del suo succo, il sale, il cucchiaino di cannella, la grattugiata di noce moscata, 120gr di zucchero di canna e un cucchiaio di maizena setacciata.
Questi ingredienti vanno amalgamati delicatamente, cercando di non rovinare le mele e poi si prepara la tortiera.

Si riprende la palla di pasta e, con l’aiuto di un mattarello, si stende poco più della metà della pasta fino a formare una sfoglia tonda, spessa circa mezzo cm, che serve a foderare completamente la base di una tortiera  imburrata e infarinata, dai bordi ondulati e del diametro di circa 24cm.

Ora si può riempire la tortiera con il ripieno di mele, disponendolo uniformemente ed eventualmente formando una piccola montagnetta centrale spargendo qua e la qualche fiocchetto di burro.
Con la rimanente pasta si forma un altro cerchio che va disposto sulla torta per coprire il ripieno, si sigillano i bordi con l’aiuto di una forchetta in pressione creando così la caratteristica decorazione dei bordi della Pie.

La superficie della torta va poi spennellata con del latte e bucherellata con la solita forchetta, visto che occorre per fare uscire il vapore durante la cottura, che va fatta in forno già caldo a 200° per 20 minuti, e poi la temperatura va abbassata a 180° per altri 20 minuti.e per circa altri 20 minuti a 170°, fino a che non sarà ben dorata in superficie.

Se durante la cottura vi accorgete che l’Apple Pie prende troppo colore, copritela con un foglio di alluminio e portate a termine la cottura.

Servite abbinando una piccola porzione di gelato alla vaniglia,  il risultato è assoltamente slurpaccioso!